E’ stato annunciato il percorso del treno che collegherà il quartiere di Quinta Normal, a Santiago, con il settore El Salto, a Viña del Mar, in un’ora e mezza di viaggio, un progetto che dovrebbe essere operativo nel 2030. L’iniziativa prevede che, attraverso Tiltil, il treno Santiago-Valparaíso passi per La Calera, collegandosi con Viña del Mar e Limache, il tutto utilizzando le infrastrutture esistenti. Si attende nei prossimi mesi la gara di prequalifica, che verrá resa nota nella pagina web https://www.gob.cl/trenesparachile/

A seconda della portata del progetto e una volta completato questo primo tratto, si potrebbe prevedere una seconda fase che colleghi Tiltil direttamente a Viña del Mar e Valparaíso.

Il percorso inizierà a Quinta Normal, proseguirà per Batuco, Tiltil, Llay Llay (zone a scarso sviluppo ferroviario), La Calera e Viña del Mar.

 

“Questo tragitto avrà un tempo di percorrenza stimato di un’ora e mezza per collegare l’area di Valparaíso con il gran Santiago, un tempo simile a quello necessario per percorrere l’autostrada 68 in auto o in autobus”, ha spiegato il Presidente della Repubblica. “Per questo vogliamo promuovere servizi di trasporto che svolgano la loro funzione di collegamento tra le persone, le famiglie, le aziende, i luoghi di lavoro e gli amici; un servizio di qualità che sia alla portata di tutti”, ha dichiarato.

Il progetto attuale prevede un investimento di 1,32 miliardi di dollari e dovrebbe essere operativo entro il 2030, consentendo cosí la rinascita del collegamento ferroviario per passeggeri tra il grande Valparaiso e il gran Santiago.

Non solo significherá disporre di una nuova opzione di trasporto per persone e merci, ma anche garantire la certezza dei tempi di percorrenza, un maggiore comfort e sicurezza per gli utenti. Ad un costo equivalente a quello dell’autobus. La nuova linea ferroviaria produrrà sicuramente un impatto positivo nell’economia della zona, rivitalizzando commercio e turismo ed incrementando le opportunità di lavoro per i residenti della zona.

Con questo nuovo progetto ferroviario, pur non privilegiando un tragitto diretto ma diramandosi verso varie localitá interne, si pretende cambiare il volto di un’area della Regione Metropolitana che per decenni è stata considerata marginale ma che attualmente si è trasformata in luogo di residenza di migliaia di cileni che si recano al lavoro nella capitale dovendo affrontare alti costi e tempi di trasporto lunghi ed incerti.